Mani bocca piedi: sintomi, decorso e cura

Come si contrae, quali sono i sintomi e qual è la terapia per curare la sindrome “mani bocca piedi”, che colpisce soprattutto i bambini piccoli

Scopri il centro pediatrico
Mani bocca piedi: sintomi, decorso e cura

La mani bocca piedi è una «sindrome causata da virus intestinali altamente contagiosa, che coinvolge prevalentemente i bambini al di sotto dei dieci anni», spiega la dottoressa Carmen Napolitano, medico chirurgo del Centro Medico Santagostino.

Quali sono i sintomi

«Dopo un periodo di incubazione che varia fra i 3 e 10 giorni compaiono i sintomi inizialifebbre altamalessere generale, mal di gola. Sono seguiti poi, nell’arco di un paio di giorni, dalla comparsa di un esantema e di vescicole che si localizzano prevalentemente intorno e all’interno della bocca e in gola, sulle mani e sui piedi», prosegue la dott.ssa Napolitano. Queste vescicole possono progredire nel tempo anche in vere e proprie piccole ulcere. A volte molto dolorose, possono spesso impedire anche la deglutizione e quindi una corretta alimentazione».

Mani bocca piedi neonato

I sintomi nei bambini al di sotto dei tre anni, in particolare, possono comprendere «la comparsa di vescicole anche sulle gambe e nella zona dei glutei, soprattutto nella zona periorale, per cui è necessario escludere eventuali malattie intestinali», spiega su Santagostinopedia (progetto di informazione sanitaria a cura degli specialisti del Centro Medico Santagostino) la dottoressa Daniela Callegari, medico chirurgo specialista in pediatria. «Anche le unghie sono danneggiate», prosegue la specialista. «Il virus blocca temporaneamente la crescita dell’unghia, che dopo qualche settimana appare segnata da solchi trasversali che sembrano tagliare l’unghia. La crescita progressiva della nuova unghia in alcuni mesi elimina quella danneggiata».

Come curare la sindrome mani bocca piedi

«La sindrome mani bocca piedi è una sindrome autolimitante ovvero i sintomi tendono a scomparire spontaneamente nell’arco di dieci giorni circa. La terapia quindi non è necessaria ma è volta soprattutto al sollievo del dolore provocato dalle piccole ulcere. Sarà sufficiente usare un antidolorifico», aggiunge la dottoressa Napolitano.

«Se la febbre supera i 38-38,5°C va trattata con paracetamolo. Importante inoltre fare frequenti lavaggi nasali con la soluzione fisiologica», precisa la dott.ssa Callegari. «La pelle può essere lavata con detergenti delicati, le lesioni alle mucose della bocca possono essere alleviate con gel specifici».

E se il bambino rifiuta di mangiare, meglio non insistere. Fondamentale invece mantenere una buona idratazione con cibi liquidi e dalla temperatura gradevole come yogurt o frullati di frutta.

Mani bocca piedi contagio genitori

«La mani bocca piedi può contagiare anche gli adulti», continua la dott.ssa Napolitano, «ma in questi casi si manifesta in maniera più lieve o addirittura asintomatica. La sindrome si trasmette con il contatto diretto: con il muco, la saliva o le feci del paziente infetto». Misura preventiva per evitare il contagio è il lavaggio frequente delle mani.